Dal Teddy al Punk… con charme!2018-10-16T14:45:20+00:00

Project Description

DAL TEDDY AL PUNK… CON CHARME!

DI SOFIA ALEMANI

The Fashion Creations of Dreams
by designer Sofia Alemani

Mostra Evento Fashion concepita dalla stilista Sofia Alemani in collaborazione con  l’arch. Felice Terrabuio.
Presentazione del critico d’arte Vittorio Raschetti per MF Beauty Styling&Care Factory

Samurai samba

Il volto duplice della notte: regressiva, accogliente, morbida, sognante, aggressiva, tagliente, torbida, eccitante. La convivenza impossibile delle anime perdute tra i fantasmi respinti oltre la soglia del buio. Le forme entro cui i corpi si lasciano avvolgere, accogliere, narrare e trasportare, modellati dai segni, ospitati dai sogni oltre il recinto della razionalità, oltre le superfici sensibili delle forme. Doppio sogno, segno doppio, sospeso nell’oppio.

Leggi tutto il testo

Sofia, la creatività abita il confine tra sapienza e follia. Un costante lavoro di ricerca ispirata e ostinata, cura dei dettagli originali ed elaborazione di accostamenti inaspettati, ecletticamente assemblati, arricchiti da continui rimandi al mondo dell’arte. Una filosofia innovativa che prende spunto dalle potenzialità inscritte nei materiali di recupero e riciclo produttivo. Un processo creativo per rianimare i resti sepolti nell’oblio e nell’abbandono ad una nuova visibilità e bellezza.

A ritroso, risalendo scale al contrario, per riscoprire il presente attraverso il passato, per regredire e restituire vitalità ad estinte vibrazioni, cospargere di attese i vuoti, i pieni, nei giochi di volumi, nelle ombre sospette. Un viaggio nel passato tra desideri fuggenti e capi abbandonati. Tra materiali di scarto, provenienze inconfessate dall’età dell’innocenza, reperti anteriori all’età dell’apparenza.

Il senso di Sofia per lo stile dipende dalla ricerca della libertà, un culto della creatività a partire dall’eccellenza nell’artigianalità. Un abito per le idee, per riscrivere lo stile grazie all’intreccio di visioni, contrappunti e sovrapposizioni di linee, ritmi, tagli e geometrie sospese tra travestimento e divertimento nella confortevole piacevolezza della vestibilità. Il privilegio dell’autenticità, il piacere del gioco e l’indipendenza dello spirito. Tra reminiscenze, suggestioni e citazioni, rimandi ed influenze, contaminazioni tra arte e costume in perfetto equilibrio tra vestibilità e irrinunciabile personalità.

Di fronte al televisore rassicurati nell’abbraccio con le forme dell’orsetto preferito, al riparo dagli incubi, raccolti nel caldo tessuto protettivo affondando nella morbidezza accogliente. Ma oltre le fluorescenze del tubo catodico, si insinua un fantasma di luce, un samurai notturno che sussurra con movenze di danza alla notte accesa da vibrazioni fredde di luce fluorescente. Spettrale, si materializza come apparizione improvvisa sotto forma di danza ibrida, severa di rigore orientale, sinuosa e avvolgente come una movenza subtropicale, indecisa tra perfetto autocontrollo e piacevole abbandono. Stile intenzionalmente privo di confini e barriere: samurai samba, rituale notturno indecifrabile di sovrapposizioni di luce fluorescente pulsante su sovrapposizioni di tessuti asimmetrici, tracce gestuali pittoriche, evocazioni di colore nel cuore della notte. Geometrie contemporanee di forme intinte in latitudini mentali differenti, in attitudini estetiche così distanti da finire per fondersi insieme. Moderniste e sincretiche, mobili ed aperte, originali ed avventurose. Spiritose ma rispettose del rigore di un codice di eleganza formale intriso di consapevolezza culturale. Decise, ma quasi indicibili per il taglio così avanguardista e innovativo pronto a depistare. Presenti, ma anche assenti: già fuggite nel futuro.

Vittorio Raschetti